Llengües i llengua
Blogs de la UAB | De tot una mica en llengües

Posted
3 juny 2013 @ 3pm

Posted in
General

La intercomprensió als mitjans

ABANSD’ARA
Peces històriques triades per Josep Maria Casasús. Periodista, assagista i catedràtic a la Universitat Pompeu Fabra

Arrivano i crociati (1972)

STEFANO DE ANDREIS  31/05/2013, diari Ara, pàg. 46

Del reportatge de Stefano de Andreis (Roma, 1942) inserit a Panorama (21-IX-1972). Correlació de forces al Vaticà i a Espanya, quaranta anys abans de les reaccions de l’Opus als canvis del papa Francesc.

Il Vaticano la considera con diffidenza. Il grande pubblico la ignora. Eppure la potenza dell’Opus Dei è in continua espansione. “Mira a fare dell’Italia una seconda Spagna”, dice il gesuita Ricardo Sanchis. […] L’Opus Dei, o Società sacerdotale della santa croce, è un’organizzazione religiosa internazionale che raggruppa pretti (il 3% circa) e laici, uomini e donne, sposati e no. […] “Associazione di fedeli”, preferisce chiamarla il suo fondatore e presidente generale monsignor José Maria Escrivá de Balaguer y Albás, uno spagnolo di Aragona, 70 anni, il fresco titolo di marchese di Peralta e la smania di avere una maggiore libertà de manovra e di sottrarre l’Opus ai controlli vaticani sugli istituti secolari, la cui vita è regolata da tre precisi documenti pontifici, modificandone accuratamente lo statuto.

“Santa Mafia”, insinua Yvon Le Vaillant, un giornalista francese del Nouvel Observateur , al quale si deve la rivelazione che l’Opera è riuscita a piazzare i suoi uomini nei posti chiave del governo spagnolo e mira alla conquista del potere in tutti i Paesi dell’Europa occidentale. “Un movimento, anzi, una cosa estremadamente confusa”, dice il padre Sanchis. “La nuova massoneria”, sostiene un prete spagnolo della Congregazione dei missionari del sacro cuore, avversario dell’Opus e attualmente in esilio in Italia per sfuggire alle persecuzioni del regime franchista.

Che cosa è veramente l’Opus Dei? “Il modo più facile per capirla”, afferma monsignor Escrivá, “è di pensare alla vita dei primi cristiani. Non si distinguevano esteriormente uomo dell’Opus Dei raggiunge una posizione di preminenza in qualsiasi campo, la detiene a titolo strettamente personale. L’Opera non c’entra”. Il caso concreto che più spesso si cita come esempio è quello del governo spagnolo. […] “Del governo, è vero, fanno parte alcuni soci dell’Opus Dei”, ribatte Pier Giovanni Palla, membro dell’Opera a Roma, “ma tutti a titolo personale”. […] Neanche Giovanni XXIII ebbe mai eccessiva simpatia per l’Opus Dei, […]


No Responses to “ La intercomprensió als mitjans”


There are no comments yet. You could be the first!

Deixa un comentari

Si us plau, demostra que no ets un robot * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.